Cuore Infartuato e Staminali: Nuova Scoperta Italiana

Arriva come una bomba l’annuncio di uno studio italiano che prova la possibilità di rieducare le cellule staminali cardiache a riparare il cuore danneggiato da un infarto. Gli studiosi dell’Universita’ La Sapienza di Roma e del Laboratorio di Biologia Molecolare Europeo di Monterotondo, hanno scoperto che l’infarto provoca un ambiente ostile all’attivita’ delle cellule staminali preposte alla autoriparazione del muscolo cardiaco.

Ma gli studiosi non si sono fermati a questa importante scoperta. Hanno provato a modificare l’ambiente subito dopo il danno nella speranza di far riprendere alle staminali la loro corretta funzione.

Sono ricorsi al fattore di crescita mIGF-1 introducendolo nel muscolo cardiaco danneggiato. Pare che l’operazione si sia rivelata efficace modificando l’ambiente e attivando le cellule staminali. L’mIGF-1 è un fattore che di norma è presente nei tessuti dell’organismo ma in molte condizioni patologiche la sua funzione viene a mancare.

I test sui modelli animali di questa nuova terapia sembrano essere incoraggianti. In pratica si usano le cellule staminali proprie dell’organismo malato senza ricorrere a trapianti di staminali esterne e quindi senza implicazioni etiche e problemi di rigetto.

2 pensieri su “Cuore Infartuato e Staminali: Nuova Scoperta Italiana

  1. GIAN PAOLO DORE

    SONO CARDIOPATICO AVENDO AVUTO UN INFARTO ANTERIORE ESTESO A 34 ANNI VORREI SAPERE SE VI E POSSSIBILTA CON LE CELLULE STAMINALI SPERO UNA VOSTRA RISPOSTA IN MERITO SALUTI DORE GIAN PAOLO

    Replica
  2. fabio

    Ormai le grandi compagnie farmaceutiche giocano con la vita delle persone. Si sa che le cure ci possono essere. Il loro scopo è mantenerti in vita ma farti dipendere da farmaci e non risolvere del tutto i problemi. Meditate gente

    Replica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>